martedì 28 febbraio 2012

Mons. Georg Ratzinger: il Papa è una persona molto sensibile e soffre per gli attacchi che gli vengono rivolti, anche dai media

Papa:fratello,guardavamo Commissario Rex

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - ''E' una persona molto sensibile'' e soffre per gli attacchi che gli vengono rivolti, anche dai media, ma ''ne conosce le ragioni, e cosa c'e' dietro, e semplicemente li supera''. Cosi' Joseph Ratzinger-Benedetto XVI nel racconto del fratello maggiore Georg, che lo dipinge come un gran lavoratore. Nelle sue giornate non manca un po' di tv: ''eravamo abituati a guardare il Commissario Rex - racconta mons. Georg Ratzinger - perche' ci piacciono i cani''. (Ansa)

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Quella del commissario Rex è proprio carina!

fr. A.R. ha detto...

I cani sono animali fedeli, e tutt'al più abbaiano: non gracchiano come i corvi, nè gracidano come le rane....
Ecco perchè piacciono al Papa. :-)

Eugenia ha detto...

Che Benedetto XVI fosse una persona sensibile era ovvio e che soffrisse per certi attacchi da parte di sciacalli prelati e sciacalli giornalisti anche! gli unici che continuano a definirlo freddo e distaccato, sono coloro che hanno dato credito a quella figura distorta ed immaginaria creata dai giornalisti su Ratzinger quando già era Prefetto della CDF una figura che faceva comodo per criticare e condannare il lavoro di trasparenza e di fedeltà alla verità, da sempre portato avanti da Ratzinger ma, mai riconosciuto per ovvie ragioni!

Anonimo ha detto...

ho avuto la fortuna e l'onore di vedere il Santo Padre abbastanza da vicino e posso assicurarvi che è una persona amabile e dolcissima,di una timidezza trasparente e con due occhi chiari e limpidi come il suo cuore.Il resto sono stereotipi creati ad arte per screditarlo.Ho partecipato anche ad una messa di GP2 e mi sembrava di essere a Woodstock,traete voi le conclusioni,cmq Ratzinger per tutta la vita!